10 luglio 2009

Pietro Consagra

Mazara del Vallo, 6 ottobre 1920 – Milano, 16 luglio 2005
1947 - Roma - Gruppo Forma 1
Pietro Consagra (1920), Ugo Attardi (1923), Carla Accardi (1924), Achille Perilli (1927), Antonio Sanfilippo (1923), Piero Dorazio (1927)

Nel 1947 si costituisce a Roma il gruppo artistico FORMA il cui manifesto viene pubblicato da una nuova rivista uscita nello stesso anno e con lo stesso nome: Forma. Aderiscono a questo gruppo artisti che si definiscono "formalisti e marxisti", insistendo sulla concomitanza non contraddittoria di impegno politico e ricerche formali, in un contesto che non è proprio l'ideale per l'astrattismo. Gli artisti che aderiscono al gruppo sono Ugo Attardi, Carla Accardi, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Mino Guerrini, Achille Perilli, Antonio Sanfilippo e Giulio Turcato. Nel 1950 il gruppo si scioglie.

1956




1959 - Parigi



Roma 1961 con Marcel Duchamp alla galleria La Tartaruga, 








1987 - Palma Bucarelli, Giulio Carlo Argan, Pietro Consagra, Filibero Menna.


1996 - Palazzo di Brera


Il pensiero e l’opera di Pietro Consagra, nato nel 1920 e scomparso nel 2005, per la complessità dei temi affrontati, alla ricerca di un nuovo rapporto tra l’uomo, lo spazio e la scultura, e per l’originalità delle soluzioni prospettate, contro il concetto di tridimensionalità da lui definita “matrice monumentale di un linguaggio estinto”, rivestono un ruolo davvero speciale nell’ambito della riflessione estetica della seconda metà del ‘900. Per approfondire



Volle essere seppellito non nell'ingrata Mazara ma nella "sua" Gibellina

3 commenti:

Franco Sammartano ha detto...

....meriterebbe di più che delle semplici foto,faticosamente trovate e gentilmente prestate e con passione pubblicate. Del resto l'ultima foto è esplicativa . La sepoltura a Gibellina "Mazara ingrata" verso un grande vero artista.

Angelo Fumusa ha detto...

Ho guardato con molta attenzione il Blog da Lei gestito e le debbo fare i miei più sinceri complimenti per come è strutturato e per la gran quantità di materiale catalogato.
Bravo.

Adrien Macry ha detto...

Molto bello questo approfondimento. Mi permetto una piccola puntualizzazione: nel gruppo forma 1 c'era anche il pittore maceratese Wladimiro Tulli, che di Consagra fu un grande amico.