27 ottobre 2008

Campionato Estivo

Venne istituito negli ani '60 per consentire, data la cronica penuria di campi da gioco, a coloro che non avevano possibilità di giocare in campionati ufficiali, di partecipare a tornei privati a cui prendevano parte, spesso, calciatori professionisti reclutati da squadre che volevano potenziare l'organico ed essere più competitive. Le squadre venivano sponsorizzate da comitati promotori, ditte, aziende, circoli ecc. altre si auto-finanziavano pur di partecipare. Era una competizione molto sentita dagli appassionati di calcio e per tutto il periodo delle vacanze il pallone, dominava incontrastato. Il tifo era alle stelle e l'impegno tra i partecipanti era massimo. I giovani fans nei bar, nelle piazze dibattevano con animosità sull'esito degli incontri, sugli errori arbitrali, sul valore delle varie squadre. Una competizione sana e partecipata che teneva, la sana gioventù di allora, impegnata e lontana da tentazioni che in seguito presero, purtroppo, il sopravvento.

1962/63 " Intrepida" 
Franco Calamia, Pino Di Dia, Luciano Quinci, Pino Pavia, G. Battista Giacalone, Pino Agate, Titone, Nino Cangemi, Nino Giacalone, Gaspare Quinci, Pietro Licari, Leonardo Bonsignore, Leonardo Firenze
1963/64 - U.S. Vallese
Umberto Certa (dirigente), ?, Salvatore fiorentino(Frignani), Pierino Ferrara, Pino Lombardo, Totò Truglio, Michele Pace, ?, Augusto Marconi, Paolo Pipitone, Masino Miniera, Vito Placenti, Ettore Arena
11/07/65 
Presentazione delle squadre partecipanti al Torneo " Coppa Vito Indell"

U.S. Vallese


Aurora - 1964/65
Franco, Pietro, Ciccio Giacalone (Rivera), Maiorana, Santino Giacalone (Mannarà), Vito Asaro, Vincenzo e Giovanni Giacalone (fratelli)

Enzo Norrito, Filippo Calamusa, Salvino Giaramitelli

1967 - Rinascita
Rinascita - Aurora (0 a 0)
Matteo Pecunia, Ciccio Maragioglio, Vincenzo Todaro, Pino Di Stefano, Michele Buscarino, Filippo Frazzetta, Salvatore Fiorentino (Complotto), Francesco Foggia, Vincenzo Argirò, Piertro Lombardo (Doppio Rhum), Nicola Zaccarini (Guaiana)

Anche i Fans Club parteciparono 
Il club Inter realizzato da camerieri e pasticcieri

Settimo Basiricò, Pierino Calamusa, Domenico Catania

Brutte foto, ma pur sempre un ricordo
Michele Prinzivalli, Angelo Arini, Nicola Denaro, Bartolomeo Del Forte


Salvatore Pantaleo, Settimo Basiricò, Domenico Catania, Filippo Lodato (barracchedda), Pierino Calamusa, Giuseppe Salvo (Picchi), Giacomo Giacalone (zibibbo), Nicola Denaro, Pietro licari (pinocchiu), Angelo Arini, Pino Polisi, Michele Prinzivalli

1967 - Cantiere Navale

Simone Imperiale, Francesco Foggia, Giuseppe Prestia, Francesco Giacalone, Giovanni Russo, Francesco Giglio, Salvatore Fiorentino (complotto), Ivo Di Giovanni, Giovan Battista Asaro, Vito Gilante, Achille Passalacqua, Bartolomeo Caruso, Aurelio Festeggiante e piccola mascotte, Pino Buffa, Vito Corrao, Carmelo Sucamiele (dirigente)

1968 - Rinascita
Pierino Bongiorno, Giuseppe Greco, Gianni Giacalone, Vincenzo Morsello, Sinacori (dirigente), Nicola Damerino, Pietro Licari, Pietro Vellutato, Giuseppe Messina (dirigente), Francesco Gancitano, Vincenzo Argirò, Piero Lombardo (Doppio Rhum), Francesco Foggia, Salvatore Fiorentino 

1968 - SEA Club
Franco Romano, Emanuele Lombardo, Enzo Norrito, Giovanni D'Alfio, salvino Giaramitelli, Piero Giacalone (cunigghiu), Giovanni Mannone, Filippo Manciaracina, Luigi Vaccara (risina), Angelo Riservato, Franco D'Avì

1969 - I Classificato - Long Rifle Club
Paolo Pipitone (sponsa), Pino Perniciaro, Pierino Ferrara, Peppe Del Franco, Franco Corrente, Luciano Quinci, Bruno Pernice, Nenè Gagliano, Aldo Bua, Augusto Marconi, Lorenzo Calamia, Pino Colicchia, Giovannino Cristaldi, Bini, Girolamo Pipitone

1969 - II classificato - Ariston Bar - Sponsor Enzo Fiorentino
Piero Signorelli (allenatore), Sante Amabili, Santino Giacalone, Michele Asaro, Battista Rustico, Pino Giacalone, Pino Perlotti Accosciati: Andrea Asaro (Sormani), Nino Gancitano, Pino Di Maria, Ciccio Gancitano, Battista Ingrande.


Giovanni Arena, Nino Tumbiolo (tracina), Nino Bonsignore, Nino Giacalone, Calamia, Ciccio Genco, Alfredo Giardina, Vito Gagliano, Giacalone, Santino Giacalone (Raimondo), Nino Cangemi


Mario Giacalone (cazzuni), Nino Diadema (ciolla), Ciccio Giacalone (Rivera), Torrente, Ciccio Trinca, Gaspare Giacalone, Giacomo Mauro, Giacomo Anselmo, Ninni Scaduto, Accosciati:Giacomo Mauro, Macrì, Nicola Lanza, Roberto Giardina, Nicola Ingargiola, Roberto Scaduto

1971 - Arci Unipol
Salvatore Fiorentino (allenatore), Vincenzo Pavia, Ippolito Bono, Rosario Zelante, Vincenzo Titone, Vincenzo Zizzo, Giovanni Genna, Nicola Marrone, Giuseppe Foderà, Francesco Tumbiolo, Giovan Battista Quinci, Michele Dilluvio, Vito Gilante

1971 - "Gli Azzurri" - Gara svolta al Campo "Firenze"
Armando Di Fede (dirigente), Filippo Serra, Giovanni Tonon, Marco Tumbiolo, Vincenzo Sinacori, Francesco Giacalone, Marrone, Salvino Pinta, Nicola Giacalone, Fortunato, Giovanni Laudicina, Salvatore Davì, Sisia, Claudio Bucca, Edoardo Bucca (presidente)


1974 - Memorial "Giovanni Asaro (Piantala)" 
Cerimonia di premiazione
Il sig Asaro (Piantala) dà la mano a mister Salvatore Fiorentino
Nino Tumbiolo, Nino Zizzo, Tino Maniscalco ('u trapanisi), Salvatore Fiorentino (Frignani), Giovanni Inglese (pappalardo)
1974 - Spaccio Salvatore (sponsor)
Ignazio Giacalone, Salvo, Bruno Pernice, Turiddru Ballatore, Filippo Calamusa, Damiano Ferro, Salvatore Romagnosi, Paolo Terramagra, ?, Enzo Gancitano (Haller) ?, Marino, ?, Di Maria, Santino Giacalone (Mannarà), Vito Gancitano (coppu di fumu), Enzo Asaro (Nenè), ?

1975 - Cantiere Navale
Vito Corrao, Matteo Asaro, Nicola Provenzano, Salvatore Fiorentino, Andrea Di Giorgi ('u cavaleri), Vito Gilante, Giacomo Bono, Pietro Ingrande, Pietro Titone, Salvino Giaramitelli, Francesco Asaro

1976 - I classificata
(Quest'immagine purtroppo è di piccole dimensioni)
Ciccio Manzella, Calcedonio Iemmola, Vito Tumminello, Gaspare Maielli(?) Rino Di Giorgi, Salvatore Chiofalo, Guido Salvo, Vito Perricone - Giù: Andrea Mineo, Pino Licata, ?, Pierino Giacalaone,?, Corrado D'Andrea
1977 - Long Rifle Club - 3° Classificato
Guido Salvo, Bruno Pernice, Pino Prestia, Lucio Giammarinaro, Salvatore Asaro (ricciola), Ingrassia, Fasulo, V. Asaro, Salvatore Romagnosi, Pino Licata, Siracusa, Pino Fasulo, Franz Gualberti
Altra formazione del Long Rifle
Pino Delogu, Pierino Ferrara, Giovanni Giammarinaro, Luciano Quinci, Vito Ferro, Vito Anteri (l'anticu), Franz Gualberti, Rallo, Michele Asaro (cardedda), Salvino Giaramidelli, Andrea Mineo 

Nino Ingargiola (fustino), Nicola Quinci, ?, Francesco Giacalone, Guida, Matteo Falco, Ignazio Giacalone, Francesco Giacalone, Lipari, ?

1978 - Squadra "La Marina" - I classificata
Alfredo Cannavò (presidente), Provenzano, Franz Gualberti, Calafato, ?, Giuseppe Macaddino, Nino Barracco (dirigente), Pierino Giacalone, ?, Francesco Giacalone, Aurelio Giaramidaro, Perrone, Nicola Safina, Giacomo Modica

Giuseppe Macaddino, Giacomo Modica, Pierino Giacalone, Alfredo Cannavò
(alle spalle Filippo Calamusa, Franz Gualberti)

Anni Ottanta
1980 - Villafranca - I classificata (battendo la Go Scarpa)

Riconosco: Tumbiolo junior (mascotte), Ciccio Dolce, Giuseppe Macaddino, Safina, Nicola Iacono, Leonardo Bonsignore, Romagnosi, Nino Tumbiolo (tracina, presidente), Totò Musumeci, Paolo Bono, Salvatore Romagnosi, Bonanno

Terna Arbirale: Vincenzo Affatigato, Pasquale Carpinteri, Nino Vinci
Giuseppe Macaddino, Laudicina, Paolo Bono, Salvino Pinta, Franz Gualberti

Giuseppe Macaddino, Paolo Bono

Pasquale Carpinteri (arbitro), Giuseppe Bonanno (portiere), Matteo Ingrassia, Paolo Bono, Salvatore Romagnosi, Matteo Giacalone, Aurelio ?

Il portiere Giuseppe Bonanno (Peppe banana)

1980 - Go Scarpa
Seconda Classificata
Il presidente Nicolò Titone (Nicolittuni), Matteo Ingrassia, Franz Gualberti, Michele Pugliese, Salvatore Asaro (bretella), Salvatore Asaro (ricciola), Matteo Giacalone, Giacomo Russo, Salvatore Fiorentino (allenatore), Salvatore Calafato, Matteo Giacalone, Salvino Pinta, Luigi Buffa, Virgilio Giaramidaro, Francesco Gancitano, Salvatore Ingargiola

... e relativa Serata di Premiazione
Giovanni Corrao, Salvatore Fiorentino, la signora Giorgi, Vito Rizzo

Squadra della Cassa Rurale ed Artigiana
Giacomo Modica, Pierino Giacalone, Giuseppe Macaddino, Cremona


Giuseppe Bonanno

1982
Pino Pomilia, Lucio Giammarinaro, Safina, Gaspare Billardello, Pino Prestia, Giuseppe Macaddino, Bono, Totò Musumaci, Nicola Romagnosi, Vito Tumminello, Leonardo Bonsignore

1985 - Go Scarpa - I Classificata
Nicola Giacalone, mister Salvatore Fiorentino, Salvatore Asaro (bretella)

25 ottobre 2008

Torneo estivo intitolato a Vincenzo Ingraldo

1974
In seguito alla scomparsa del dott. Vincenzo Ingraldo, direttore del nostro nosocomio, una delle manifestazioni estive del "Campionato estivo" venne intitolato al medico scomparso
Rolando Certa (assessore comunale) inagura il torneo
Giuseppe Messina (dirigente) Vito Ingraldo (figlio, in rappresentanza della famiglia), Pietro Vellutato (assessore allo sport e allenatore di calcio)- Tra i calciatori ricosco Pino Giglio, Festeggiante

Un folto pubbligo gremiva gli spalti del "Nino Vaccara"
Ciccio Catania, Pietro Ingraldo (fratello), Epifanio Barracco, Vito Ingraldo, Ingarghiola, Pino Di Giorgi








11 ottobre 2008

Aziende alimentari

La ciminiera


Questa alta Ciminiera, simbolo della Mazara industriale di un tempo, faceva parte di quello che doveva essere il più grande moderno mulino-pastificio del meridione d’Italia. Il complesso industriale fu realizzato con orgoglio da Andrea Bonacasa nell’anno 1900 e rimase in produzione fino al 1915 quando l’Italia entrò nel primo conflitto mondiale. Fu il primo mulino meccanico a cilindri con annesso pastificio industriale ad essiccazione artificiale. Nella stessa area industriale veniva prodotto il vino“Marsala” e nella parte retrostante il mulino-pastificio si esercitava l’industria casearia. All’epoca il Bonacasa propose ufficialmente allo Stato italiano un progetto di riconversione del complesso industriale per destinarlo alla produzione di armi da guerra, e chiedendo in cambio l’esonero dal servizio militare di almeno uno dei suoi due figli maschi.Fu a causa dell’indifferente e silente comportamento dell’allora competente Ministero, o forse a causa di un periodo di particolare crisi patito nelle ultime annate di produzione, che l’attività venne a cessare appunto nel 1915. La ciminiera resistette fino al 2000, quando a causa del cattivo stato di conservazione, di fronte all’imminente rischio di crollo e pericolo per l’incolumità di persone e cose, venne demolita dal nipote del suo costruttore e suo omonimo. Il resto del complesso industriale, utilizzato oggi per attività legate all’agricoltura, conserva un suo valore ed interesse storico-culturale




Salvatore

Salvatore (solisicchi)

Per anni ha svolto la professione di tappezziere. Per diverso tempo, essendo la sua bottega ubicata nei pressi della piazza di San Michele è stato il "referente" del quartiere. Negli ultimi anni, incrementatasi la presenza extra comunitaria nella via Goti e dintorni si è reso disponibile ad aiutare, per le esigenze del quotidiano, i nuovi arrivati.  Pensionato e singole, avendo tanto tempo libero, si rende utile come consulente turistico, accompagnando nel vecchio quartiere della Kasbah, coloro che lo richiedono, ormai è diventato una presenza stabile in piazza della Repubblica.

10 ottobre 2008

Oleificio Sciacchitano

L'oleificio è un'industria agraria nella quale si attua un processo di estrazione, con metodi di tipo meccanico, dell'olio contenuto nella polpa delle drupe di oliveIn città esistono diversi 

Quello relativo alle immagini è quello Sciacchitano realizzato nel 2003 da Francesco, sche ha ereditato le competenze paterne e del nonno. Una passione per l'olio che dura da tre generazioni. Sito in via degli Archi 108



Francesco (Franz) Sciacchitano e  Sciacchitano senior proprietari dell'azienda



Due operai al lavoro nel frantoio

La produzione più recente