30 aprile 2009

Carnevale: in locali diversi da quelli tradizionali

Una locandina pubblicitaria
Un altro modo di divertirsi dell'epoca erano i "Sabatini". Feste organizzate di sabato in vari locali, che erano in pratica il preludio delle Serate in Discoteca o nei moderni Pub.

Anni Cinquanta
Partendo dal primo piano: Prof. Pietro Giardina (quarara), Mosè Gioiello con la signora Serra (maestra), Nicolino La Grutta, dott. Salvatore Spina (Delia Nivolelli), Paolo Tedesco, Misuraca, Nando Villani, Francesco Foderà, Casciolo Ciccio Carmicio


Giovanna Vinci - Rolando Certa

Sala Catalano
Dancing e Sala Matrimoni ubicata in piazza Santa Maria di Gesù

Giovanni Cristaldi (presentatore)
Natale Curti (Orchestra Brazil), Cambiolo (Lavanova), Pino Bucca, Lorenzo Figuccia, Giovanni Venezia, Vito Hopps, Matteo Marrone, Vita Randazzo Festeggiante, Vaiasuso, Pino Giacalone 

Serata di Carnevale - Elezione della Reginetta
Riconosco: Luigi Fratelli, Giovanni Cristaldi, Lorenzo Figuccia, Umberto Morrione

Altri Locali
Elezione Miss - Rosa Marino
Giacomo Giubilato, miss Rosa Marino, Francesca Catania, Mario Foraci, Alfredo Adamo, Girolamo Cristaldi

1954 - Veglione di Carnevale - Elezione Miss
Margherita Mauriello (miss) - Mattia Giaramidaro (a destra)

1955
Gaspare Bianco, Enzo Papa, Marcello Marino, dietro un autista di cui non ricordo il nome

1955
Giovanni Russo, Nino Adamo, Mario Cajazzo, Tonino Gallo, Angelo Vinci, Valeria Vinci, Clelia Del Franco, Piero Di Giorgi
1956 - Veglione all' "Arca di Noè"
Nino Adamo, Piero Di Giorgi, Giovanni Russo, Tonino Gallo

1956 - "Arca di Noè"
Sebastiano Argirò, Foderà, mamma Foderà, Foderà, Antonietta Barbera, Argirò, Salvatore Vaccaro, Franca Del Franco, Angela Vaccaro, Salvatore Torre

Altro locale (credo Conserviera Vaccara)
Caterina Scuderi e Pino Di Liberti, Emanuele Di Liberti e Pina Mauro, Mangiaracina e Placenti, 

Musico ?, Enzo Papa, Carlo Carbone, Gaspare Paladino, ?, Pino Casubolo

1958 - Cantante Vittoria Mongardi
Ciccio Gallo, Pio Pisano, Angelo Bucca, Pina Signorello, Enza Giubilato, Vito Gallo, Tonino Sammartano, Enzo Rallo (ramunnu), Angelo Campanella (di spalle)


Michele Mandirà, Vittoria Mongardi (cantante), Mimma Chiappara, Giovanni Gualberti (mascariatu), Dino Titone (viniquattu), Enzo Di Liberti, Ubaldo Marzo, Angelo Bucca, Francesco La Monaca, Angelo Campanella, 

1957 - Piazza Santa Veneranda
Alcuni studenti universitari vestiti da piccoli scolaretti, davanti alle Scuole Elementari Maschili
Si riconoscono: Piero Di Giorgi, Gaspare Bianco, Giovanni Russo, Mario Cajazzo, Tonino Gallo, Angelo Vinci, Nino Adamo, Vito Licari





Giro Giro tondo in piazza

1957
Giovanni Cristaldi, Ciccio Catania, Pino Giacalone, Franco Serra

Anni Sessanta
1961 - Circolo dei cacciatori - Elezione Miss Diana
Salvatore Giubilato, Saro Tumbarello, Lina Misuraca, Nino Messina, Mimma Chiappara (miss uscente), Gina Mistretta (neo eletta), Bice Curti, Ferrantello, Cola Sammartano (seminascosto) Vincenzo Ferrantello, Umberto Marrone, Pompeo Misuraca, Enzo Papa, (tra le ragazzine riconosco: Teresa Papa, Rossella Catania, Maria Tilotta)


Circolo "Unione sportiva Cacciatori" (via SS Salvatore) - La nuova miss Diana - 1963
Enzo Papa, Ginetta Mistretta, Cola Sammartano

I figli dei soci
Gaspare Ciotta, Wanda Ciotta, Antonio Gandolfo, Gioacchino Lentini, Salvatore Ciotta

1964
Riconosco: Pino Burzotta, Baldassare, Nino Tumbiolo (tracina), Nino Giacalone, Brigida Certa, Dicidomini, Carlo Barbera, Nino Cangemi

1965 - In altro locale
Agostino Adamo, Peppe Sammartano, Mimmo Catalano, Enzo Gianformaggio, Franco Ingargiola (grissino), Nicola Terranova, Giovanni Gagliano

Altro Locale
Mariella Mauro - Gaspare Caronia


1966 - Reginetta del "Centro di Cultura" (?)
Angelita Calabrese, Vito Ballatore, Anna Bocina

Giovanni tedesco, Diego Foraci, Anna Bocina, Tanino Russo, Rosalba Spina, Angela Pantaleo, Piero Di Giovanni, Sandro Tumbiolo, Ettore Burgio, Vito Ballatore, Angelita Calabrese, Saverio Safina, 

25 aprile 2009

Il Circolo dei Cacciatori

L'Unione Sportiva Cacciatori di Mazara, sodalizio comunemente denominato "Circolo dei Cacciatori", fu fondato da dieci cittadini, cultori dell'Arte venatoria, nel 1922, ed è ubicato nella centralissima via San Salvatore. Alla sua sinistra giganteggia la facciata della Basilica Cattedrale e alla sua destra si ammira il mitico lungomare Giuseppe Mazzini. I locali sono concessi in affitto dal sig. Giovanni Bonacasa, (furono in passato sede del Bar Ariston o Extra Bar, gestito da Giacomino Risalvato). 

Questo sodalizio ha grandi tradizioni sia nel campo naturalistico che venatorio. Tra le tante iniziative venne proposta e realizzata nel tempo una interessante "Collezione ornitologica" grazie alla lungimiranza e alla passione tassidermistica di un cacciatore, tale Severino Mauro (la cui opera fu, in seguito, continuata da un altro appassionato, Marco Alagna). Dal 1984 è anche sede, con il contributo della civica amministrazione, di un importante Museo Ornitologico, meta annuale di migliaia di turisti occasionali. Nel salone principale è esposta una collezione tassidermica di 373 esemplari di avifauna e di 11 mammiferi. In una apposita vetrina è esposta rara ed antica attrezzatura per la caccia. Quasi tutti gli esemplari sono stati catturati nei diversi habitat del territorio comunale. Sono presenti specie stanziali, migratorie (che nidificano o vi passano l'inverno), specie di passo autunnale e primaverile e qualche specie esotica. La raccolta testimonia la presenza di habitat oggi scomparsi nel territorio e conserva esemplari molto rari, o di particolare interesse scientifico o naturalistico, alcuni estinti o in via di estinzione. Peccato che la solita, immancabile mancanza di fondi non consenta la manutenzione e la pulizia dei vari esemplari che stanno subendo l'insulto del tempo e di agenti aggressivi vari (parassiti, muffe, polvere ecc). Tra le altre attività del suo glorioso passato si annoverano le gare di Tiro al piattello che si svolgevano sul vicino lungomare, esattamente di fronte la scalinata che scende da piazza Mokarta (di fronte ai gabinetti pubblici). Era stata realizzata una rampa di cemento che si proiettava sul Mediterraneo, dalla quale si esibivano tiratori provenienti da varie località della Sicilia occidentale. Recentemente ho appreso da Enzo Pisciotta, emigrato in Arizona, che i calcoli del cemento armato per la realizzazione della piattaforma li eseguì l'ing. Alfredo Giardina (emigrato in Argentina, dove lavorò alla realizzazione di un tratto di ferrovia, al confine con il Cile).

Agosto 1948: Foto ricordo dell'inaugurazione del Campo da tiro
Vito Hopps, Gaetano Bono, Luciano Tumbiolo, Giovanni Barracco, Gabriele Molinaro, Giuseppe Barbera, Marco Alagna, Giacalone (mussu pittatu), Raffaele Caravaglios, Giuseppe Giammarinaro, Aurelio Burgio, Santi Burgio, Vincenzo Ferrantello, Paladino, Ignazio Sferlazzo, Nicola Sammartano, Gaspare Sammartano. In basso s'intravede Nino Ingrande (addetto al lancio manuale del piattello)

Martino D'Annibale

Negli anni Cinquanta, per interessamento di Guglielmo Hopps, venne istituito il Corpo dei Guardia Caccia, che vennero dotati di una moto Galletto Guzzi (175), presentato per la prima volta al Salone di Ginevra del 1950. Moto tetragona fatta per durare, unico difetto non camminava senza benzina.




Nella foto quattro esemplari (credo che questa fosse la dotazione)

10 luglio 1966
Una delle tante gare di tiro al piattello

Gara in trasferta di Tiro al piattello e al piccione
Gino Catania, Hopps, Vito Hopps, Ciccio Boscarino

Altra gara a Palermo (Mondello)
Giovanni Burgio, Vito Lentini, Aurelio Burgio, Nico Tortorici, Totino Burgio, Nicola Sammartano, Vittorio Salvo (facianu), Vito Hopps 
7/11/1976 - Mondello
Vito Lentini (4° classificato) - Franco Marrone

Vito Lentini, Alberto Cafiero, Franco Marrone

Gara a Mazara
Salvatore Marrone, Vito Papa, Susanna Pinta, Rosalba Di Stefano, Erina Artale




Altre Gare
Una delle tante competizioni

Filippino Adamo

Vito Lentini, Cafiero, Aurelio Burgio

Una rara concorrente femminile

Ignazio Sferlazzo, Battista Asaro, Leonardo Pinta

Direttore di gara: Vito Hopps, in primo piano Ignazio Sferlazzo

I partecipanti in attesa del proprio turno

Giuseppe Grassa, cacciatore ed armiere





Pino Bruno, Salvatore Ciotta, Salvatore Marrone, Vito Papa, Franco Adamo, Susanna Pinta, Michele Argentino (dietro)

Vito Hopps, Angelo Hopps (in fondo) guardano i concorrenti in affannoso controllo della classifica

Leonardo Pinta, Giuseppe Pollina, Vito Hopps, Francesco Cafiero, Girolamo D'Andrea, Francesco Safina, Alberto Cafiero

Giuseppe Pollina, Francesco Cafiero, Nardo Pinta, Alberto Cafiero

Francesco Safina (è stato sindaco democristiano della città) premia il vincitore Alberto Cafiero

L'avv. Girolamo D'Andrea (è stato sindaco liberale) premia il vincitore Francesco Cafiero

Leonardo Pinta e il vincitore Giuseppe Pollina (Paceco)

Peppuccio Catania,Vito Hopps, Franco Adamo

La classifica
Ruggero Sammartano, Enzo Papa, Matteo Marrone

Vito Lentini, Ruggero Sammartano, Gino Catania, Vito Hopps, Peppuccio Catania, Enzo Papa, Ottavio Tilotta, Leonardo Pinta, Totino Burgio, Salvatore Marrone, Salvatore Cristaldi, Aurelio Burgio, Ignazio Sferlazzo

Vito Lentini, Franco Adamo, Vito Hopps, Nardo Pinta, Ottavio Tilotta, Enzo Papa, Salvatore Marrone Ignazio Sferlazzo, Matteo Marrone, Salvatore Cristaldi, Pio Accardi (cameriere), Totino Burgio, Gino Catania, Aurelio Burgio, Vincenzo Stabile, Peppuccio Catania

Vito Hopps, Ruggero Sammartano, Ottavio Tilotta, Salvatore Cristaldi, Leonardo Pinta, Enzo Papa



Salvatore Marrone, Gino Catanania, Ottavio Tilotta, Enzo Papa


1967
Pio Accardi (cameriere), Vito Hopps, Franco Mingoia, Ruggero Sammartano, Matteo Marrone, Enzo Papa
Anni Settanta
Estate 1971 - Venne organizzata una gara sociale di Tiro al piattello, composta da due squadre con elementi estratti a sorte. In palio una cena sociale, la squadra perdente pagava per tutti
Salvino Pinta, Enzo Papa, Franco Adamo, Giovanni Burgio, Filippino Adamo, Gino Catania, Ciccio Ferro, Ignazio Sferlazzo, Vito Lentini, Guida, Alberto Cafiero, Ferrantello, Ruggero Sammartano, Santi Burgio, Vincenzo Ferrantello, Carmelo Poidomani, Salvatore Ciotta, Piero Lentini, Ferrantello, Gaspare Tedesco, Peppino Crisafulli

Momento per determinare i componenti delle due squadre
Pietro Lentini, Giovanni Scapellato, Ruggero Sammartano, Francesco Cafiero, Cola Sammartano, Salvatore Foraci, Gaspare Tedesco, Vito Bonsignore, Aurelio Burgio, Pino Grassa, Vito Lentini

... ecco spiegata la grande attenzione!





Gaetano Bono, Vito Lentini, Filippino Adamo, ?, Aurelio Burgio

Salvatore Marrone, Gaspare Tedesco, Peppuccio Catania, Franco Adamo

Nicola Del Forte, Ottavio Tilotta, Gino Catania, Giovanni Sansalone, Enzo Papa, Salvatore Marrone

Nicola Del forte, Ottavio Tilotta, Giovanni Sansalone, Salvatore Marrone, Enzo Papa


1971 - Gioacchino Lentini al Tiro
Il giovane viene osservato da Vito Lentini, da Alberto Cafiero è Pietro Lentini


Ritagli di giornali dell'epoca, attestanti i successi dei tiratori mazaresi

Anni Duemila
Vito Martino, Vincenzo Occhipinti, Mario Pizzolato, Alberto Tumbiolo, Antonio Pipitone, Vito Lentini, Pietro Greco, Salvatore Sacco, ?, Nino Marino, Pino Lentini 

? Giovanni Savasta, Mario Pizzolato, Pietro Greco, Antonio Pipitone, Alberto Tumbiolo, Alberto Tumbiolo (senior), Vincenzo Occhipinti, Aurelio Burgio, Ciccio Ferro, Giovanni Burgio, Vito Lentini, Pino Giacalone, Vito Martino
2011- Poligono di Tiro
Vito Lentini (a 93 anni ancora pimpante), Federico Cudia (Marsala)


... continua a mietere successi

 Il numero dei soci del sodalizio si è notevolmente ridotto. Molti non sono nemmeno cacciatori e a causa dell'età avanzata, pochi praticano lo sport venatorio. I giovani sono una razza in via d'estinzione. Data l'amenità del luogo, parecchi sono i mazaresi, ospiti dei cortesi soci del circolo, che godono di quel panorama meraviglioso e di quel clima splendido, nei mesi estivi. Io stesso non disdegno di sedermi a conversare e a godermi il delizioso zefiro che aleggia su quello spiazzo antistante i locali sociali. Nella bella stagione funge anche da club notturno, in quanto qualche socio volenteroso ne mantiene l'apertura sino a tarda ora permettendo, a chi ne ha voglia, di godersi, conversando tra amici le piacevoli serate che il nostro meraviglioso clima ci offre.

Piazza Nicolò
Socio del Sodalizio. Ci lasciò immaturamente, la grande falciatrice lo colse all'interno dei locali del Circolo, mentre giocava a carte, in seguito ad un infarto acuto del miocardio

Residenza estiva
Franco Di Maria, Giovanni Vaccaro, Jo Jo Di Giovanni, Mario Pizzolato, Gino Catania, Franco Abbagnato, Aurelio Burgio, Vito Lentini, Alberto Tumbiolo, Vito Martino

Bacheche del Museo Ornitologico
Ospiti illustri al Museo ornitologico
Luca Cordero di Montezemolo (dirigente d'azienda e politico italiano, nonchè presidente della Ferrari S.p.), assieme al presidente emerito Vito Lentini

Nel Novembre del 2014, il Circolo si è trasferito dalla tradizionale sede, in locali messi a disposizione dell'Amministrazione civica, in Piazza della Repubblica. Il Direttivo del Sodalizio, guidato dal presidente pro tempore Cesare Vaccaro, svolge il compito di custode del patrimonio faunistico aviario e i locali sono contemporaneamente sede del "Museo Ornitologico" aperto gratuitamente al pubblico di visitatori.