15 marzo 2007

... segue (Lega Giovanile)

Questa sezione del Calcio Minore è dedicata, alla Lega Giovanile, che tanto ruolo ha avuto nella nostra crescita sotto tutti i profili. Non ho materiale sull'argomento e tutto quello che pubblico è dovuto alla generosità di chi vuole contribuire ad arricchire questo album dei ricordi. 

Anni Cinquanta
Delfino
Mommo Austero, Luciano Quinci, Filippo Antero, Gaspare Antero

1957 Allievi - Squadra San Vito
Pino Ingargiola, Pietro Vellutato, ?, Totò Truglio, Nicola Balsamo, Natale Asaro (roccaforte), Settimo Basiricò, Michele Bruno. Il giovane in borghese con gli occhiali è Diego Majelli (il cittadino Majelli)

Squadra San Vito - (parrocchia Madonna del Paradiso)
Pietro Vellutato, Pino Gancitano, Andrea Caradonna


Anni sessanta
Filippo Antero (Pelè), Pino Di Dia

1962/63 - Avanguardia - Campionato Allievi
Giacalone, Bene Rizzo, Pino Pavia, Aldo Dolores, Pierino Bongiorno (presidente), Salvatore Foderà (dirigente), Umberto Certa (dirigente), Nino Rallo (massaggiatore), Pizzo, Ciccio Genco

1962
Vito La Paola, Benedetto Rizzo, Santino Giacalone (Mannarà)

Campionato "Allievi" 1962 - U.S. Avanguardia
Sede sociale via Antonino La Licata, concessione gratuita dei locali della famiglia di Michele Ajello). Questa squadra mi stava molto a cuore, non solo perché ne ero il cofondatore assieme a Pierino Bongiorno e il vice presidente, ma, anche, perché nasceva in contrapposizione alle grosse organizzazioni del Calcio giovanile (a prevalenza parrocchiale o politica) che ci scartavano e noi riuscivamo, con il nostro talento e la nostra passione, a metterli sempre in grosse difficoltà.
Da sin: Russo, Giacomino Adamo, Michele Ajello, Eliseo, Benedetto Rizzo, Ciccio Genco, Di Simone, Aldo Dolores, Pierino Bongiorno, Enzo Giardina Mezzapelle, Vito Placenti
In ginocchio: Umberto Certa, Nino Risalvato, Ferro, Pino Catalano, La Melia, Saro Pizzo


Pierino Bongiorno (presidente) - Pino Catalano

Pino Catalano, Bene Rizzo, Pierino Bongiorno, Umberto Certa

Aldo Dolore - Pino Catalano

Salemi
Andrea Asaro e Vincenzo Terranova

1966 
Rino Di Giorgi


Giacomo Mauro - Luca Burzotta - Rino Di Giorgi


1966 - Rino Di Giorgi - Saro Ingargiola

1966 - "La Vespa" - sponsor Nicasio Maiani
Da sin: Macaddino, Vito Bianco, Martinico, Bilà, Andrea Burzotta, Zizzo, Salvatore Perniciaro, Santino Giacalone (Raimondo), Favata, Rino Di Giorgi

4/1/1967


Campionato Allievi - 1967/68
Andrea Burzotta, Daniele Terranova, Giacomo Mauro, Giuseppe Caradonna, Ingargiola, Santo Bastone, Santino Giacalone (Raimondo), Nino Vinci (Cei), Romano Lupi, Ignazio Bonafede, ?, Francesco Pizzolato, ? 

Tre baldanzosi giovanotti, calciatori della "Vespa" - Passeggiata domenicale
Rino Di Giorgi, Santino Giacalone (Raimondo), Macaddino


Santino Giacalone (Raimondo), Calamusa, Giacomino Mauro, Macaddino, Enzo ?, Nino ?, Nino Bonsignore, ?, Gaspare Caronia, Rino Di Giorgi, Martinico

Squadra "Parrocchia San Pietro"
Francesco Fortunato, Giuseppe Fortunato, Antonino Bulevardi, Michele Trinca, Salvatore Bulevardi, Giuseppe Trinca, Giovan Battista Giacalone, Nicolò Misuraca, Vito Gilante


Piero Giacalone, Francesco Fortunato, Mimmo Architetto, Francesco Gancitano, Nicola Rallo, Roberto Tumbiolo, Tonino Rallo, Nicolò Misuraca, Vito Gancitano, Vito Tumbiolo, Vito Giacalone, Nicola Giacalone, Giuseppe Trinca, Salvatore Gragano

Rino Di Giorgi, Giacomino Mauro, ?, Ingrande, Gaspare Caronia, Luigi Evola, Enzo Giacalone (Haller), ?

Giacomino Mauro, Ciccio Mirasolo, Rino Di Giorgi, Vito Alagna

Categoria Allievi 
1968 - U.S. Vespa
Ferro, Vito Caradonna, Andrea Burzotta, Giacomino Mauro, Pizzolato, Giacalone, Santino Bastone, Risalvato, Romano, Giacomo Firenze, Vinci Antonino (Cei), Bonafede, Nicasio Mayani, Piero Lombardo (detto doppio rum)

La Vespa
Bilà, Rino Di Giorgi, Santino Giacalone, Giacomo Mauro, ?, ? Salvatore Perniciaro, Macaddino, ?, Salvatore Chiofalo, Martinico

Santino Giacalone (Raimondo), Calamusa, Giacomo Mauro, Macaddino, Enzo ?, Pino ?
Giù: Nino Bonsignore, Salvatore Cristaldi(?), Gaspare Caronia, Rino Di Giorgi, Martinico


Miscellanea
Questa foto di un anonima partita la pubblico perchè sono presenti due personaggi del Calcio minore cittadino. A centro si vede Nino Giacalone (Mazara, Aurora, Mazarese) e il terzo di destra Pino Genco, per gli amici Pinuzzu Mortadella, (così soprannominato perchè, tra i suoi tanti lavori, aveva fatto pure, il garzone in una nota pizzicheria mazarese (da don Vitino Cusumano, in piazza Chinea). Quest'ultimo ha dedicato, con grande passione, molto del suo tempo alla formazione dei giovani del calcio minore, e ancor oggi frequenta sempre gli ambienti sportivi locali.

2 commenti:

Rino Di Giorgi ha detto...

Caro Pino! Emozionante esssere tra le foto del tuo blog! E ti ho visto anche nella veste di giocatore e mi ricordo benissimo di te, delle tue veloci falcate! Insieme a Peppe Del Franco, Aldo Dolores, Giovanni Salerno e altri che conosco bene ... io ero più piccolo, ma vi seguivo spesso dalla tribuna!
Grazie per il bel bagno di emozioni che mi hai regalato! A presto, Rino.

Lorenzo calamia ha detto...

Caro Pino, grazie per avermi consentito quest'inaspettata immersione in un mondo di cui anch'io conservo un ricordo incancellabile. Non sono facilmemte esprimibili le suggestioni che le foto del tuo blog suscitano nel mio animo.A ripensarlo adesso, quel mondo mi si configura come un universo di assoluta purezza che aveva, proprio nel calcio, la sua componente più bella e più seria. Mi permetto di fornire alcune notizie che aiutano a inquadrare meglio la foto che mi ritrae insieme ai miei compagni della Mazarese. L'anno non è il 60-61, bensì il 62-63, il mese molto probabilmente novembre, il campionato quello di Prima Divisione. Si giocò contro l'Empedoclina, vincemmo 2 a 0 e proseguimmo una scalata alle posizioni alte della classifica che ci avrebbe portati a giocarci la romozione in un testa a testa con la Kronion di Sciacca, la quale avrebbe vinto il campionato. I primi due atleti in piedi sono Giammarinaro e Stefano Notarnicola, unici non mazaresi di quella formazione, che nel giro di qualche settimana avrebbero lasciato il posto rispettivamente ad Alberto Polizzi e Peppineddru Genco, proprio lui! Eravamo quasi tutti ragazzi provenienti dalla lega giovanile, chi dalla Mazarese, come Augusto Marconi e Nino Giacalone, chi dal Mazara, come me, Pino Di Dia, Pierino Ferrara, Pino Giacalone. Un manipolo di esordienti che giocava a testa alta con tutti, spesso uscendo dal terreno di gioco con i due punti in tasca.
Grazie ancora