02 febbraio 2010

Locali Estivi

1954 - Lido Tonnarella
Salvatore Torre, Franca Rubino, Andrea Scaturro e signora, Rubino, Di Giovanni

Desiree' (Ristorante - Dancing)
Locale polivalente sito nel lungomare Fata Morgana realizzato da Matteo Cracchiolo, proprietario della nota tabaccheria di piazza Regina. Inizialmente adibito a Sala per cerimonie e a sala da ballo. In seguito venne annesso anche un bar e un ristorante con vista sul mare. Le intenzioni della proprietà erano lungimiranti, si voleva creare un locale alla moda con grandi potenzialità, ma non avendo mai avuto una gestione manageriale moderna e capace, deluse tutti e non decollò mai. Oggi è stato adibito a modesto Residence estivo per turisti in transito.

Rosa d'agosto
Serata danzante estiva che venne organizzata per circa vent'anni da vari promotori, tra cui gli Universitari, Il Long Rifle Club ecc.
Gianni Incandela, Adriano Burgio, Saro Pizzo, Pino Catalano, Salvatore Senatore, Pino Sardo, Paolo Pipitone

Rosa d'Agosto
Nina Ajello - Tanino Russo


13/07/1963 - Ospite della serata la cantante  Gesy Sebena (al secolo Tonina Pieroni, 1944)
Roberto Barbera, Gesy Sebena, Emilio Patrì, Nicopino Signorello

1967 - Serata al Desireè, ospite d'onore il cantautore Sergio Endrigo 
Riconosco: Giovan Battista Quinci (battisteddra), Caterina Quinci (battisteddra), Caterina Pipitone (papetto), Castrenze Asaro con la piccola Jolanda Sciacca e Concetta Cassarà, le gemelline Adamo con la mamma sig. Di Giovanni, il maresciallo Giuseppe Alaimo, Vincenza Magro Alaimo, con un suo collega e signora, Gaspare Tedesco, Maniscalco, Nino Prestia, Maniscalco, Giglio, Rosellina Burgio, il dr Spina, Asaro (manigghiuni), Quinci


1968 - Desireè - Miss (cugina di Peppone Quinci)
Come sempre riuscivo a farmi dare il primo bacio dalle elette
Peppone Quinci, Giovanni Rustico


Golden RocK - (Lido Dancing)
Locale estivo in voga negli anni sessanta, venne realizzato nel 1963, ed era ubicato sul Lungomare San Vito, dove oggi c'è il Lido Kikis. Realizzato quattro amici: Salvatore Foderà, Giannino Gucciardi, Pippo Pugliese e Tony Romano, in seguito gestito dal solo Tony coadiuvato da Pippo Tardino, Giovanni Rubino, ecc.. Era un punto di ritrovo prestigioso accoglieva i giovani che provenivano da tutto il circondario. Allora non v'erano molti locali in provincia con queste caratteristiche (era in competizione con la più rinomata Conchiglia di Alcamo Marina). L'ultima gestione prima della definitiva chiusura fu di Enzo Calafato, che la usò più come pizzeria che come dancing. La nostra generazione ricorda con nostalgia quella piccola balera che vide, anche, l'esibizione di famosi cantanti e importanti complessi musicali di caratura nazionale; in particolare ricordo I Dik Dik, l'Equipe 84, Ornella Vanoni. Il quel piccolo lembo di costa sbocciarono tante passioni e tanti amori giovanili. 
1966
Pietro Rustico, Salvatore Letterato, Vito Hopps, Felice Bocina, Santino Giametta, Pino Di Giorgi,
Nicolino Bianco, Mario Villani, Rino Bocina, Tano Buscemi, Gaspare Russo, Enzo Parrinello (la vecchia). Dietro si intravedono Cesare Vaccara, Franco Vella, Maria Antonietta Mollica, Andrea Casubolo.

La Sirenetta (Lido - Dancing)
Locale ubicato sul Lungomare Fata Morgana (prima Tonnarella). Ideato e gestito da Emilio Patrì (titolare all'epoca, di un negozio di Ottica in corso Umberto I). Anche questo fu un ritrovo in all'epoca. Vennero organizzate memorabili serate di gala e in alcune occasioni vennero ad esibirsi, anche, vip del mondo dello spettacolo, tra i quali, anche, il grande Mike Bongiorno. Per un certo periodo vi era annesso un prestigioso ristorante gestito dal poliedrico e gaudente Marco Saporito (il suocero di Emilio), personaggio sui generis che, essendo vissuto, grazie ai suoi natali, da grand viveur, non si curava degli aspetti economici nella gestione della cucina. Per lui l'importante era esibirsi creando ottimi piatti elaborati o se le pietanze erano semplici, la qualità doveva essere al top. Così come mangiava bene lui altrettanto voleva facessero i suoi amici-clienti. Questo suo modo d'agire costrinse il genero ad una repentina chiusura, per palese squilibrio tra le entrate e le uscite. Ricordo ancora con nostalgia i suoi succulenti piatti, realizzati con tanto amore e tanta competenza.

1969 - Elezione reginetta "Long Rifle Club" - Rosa d'agosto
Andrea Di Giorgi ('u baruneddru), Vita Burzotta, Aldo Bua, Peppe Augusta (cavaddru), dietro Giacomo De Simone del complesso dei Dioscuri


Giacomo De Simone, Vito Messina, Anfrea Di Giorgi, Vita Burzotta, Lorenzo Calamia, Aldo Bua

1967 - Biglietto d'invito per una serata organizzata dai Goliardi alla Sirenetta

1971 - Sirenetta - Elezione "Donna Ideale" - Gestione Giancarlo Russo e Aldo Bua
Saverio Safina (presentatore), Aldo Bua

1972 - Hopps Hotel (bordo piscina)
Giovanna Bua - Vito Di Liberti

Pomeriggi Beat
Dato che le ragazze negli anni sessanta non ottenevano facilmente il permesso dai genitori per uscire la sera da sole, fu inventato un escamotage per poter consentire loro di ballare in discoteca. Un gestore di un locale (se non vado errato Ludovico Roccafiorita) inventò i Pomeriggi beat. Si andava alle ore diciassette e si usciva alle ore 20 circa. La foto ritrae Enzo Calafato e la sua fidanzatina Agnese Incandela in una di quelle occasioni. S'intravede Mommo Pipitone.

Nessun commento: