25 settembre 2006

Francesco Catania


Un personaggio sui generis, una figura possente, apprezzato da pochi e denigrato da molti, come capita ai personaggi veri, la sua attività principale fu il commercio del vino. Appassionato d'arte e fotografo dilettante, ma valente. Tra le tante doti che lo fecero distinguere la più importante fu, senza alcun dubbio, la sua opera di promozione culturale e il suo illuminato mecenatismo. Fu il talent scout, come si direbbe oggi, di Pietro Consagra e di Giuseppe Boscarino, che grazie a lui poterono esprimere il loro talento ed affermarsi nel mondo dell'Arte.

Nessun commento: