06 ottobre 2008

Pinta & Zottolo spa

Il più importante deposito di carburanti. lubrificanti e affini della Sicilia
Uno dei primi soci fu Baldassare Bua
Uno dei camion con il rimorchio e vi ricordate questi bidoni, per il rifornimento dei natanti eternamente ammaccati per le botte che prendevano caricandoli e scaricandoli


1957 
Mirasolo, Leonardo Pinta, Francesco Safina, Peppino Zottolo


Leonardo Pinta, Zottolo, Francesco Safina (soci della azienda)

La ditta aveva la prima sede in locali siti sulla riva destra del fiume (addrabbanna la chiatta) e i rifornimenti di carburante avvenivano grazie a questi tubi volanti, montati di volta in volta, sia per il carico che per lo scarico.




Negli Anni Sessanta venne realizzato il nuovo Deposito Costiero in via Giovanni Bessarione
Inaugurazione


Benedizione dei locali del Deposito
Don Vincenzo Sammartano e il sacrista Giuseppe Gitto
Si riconoscono: Castrenze Romagnosi, Dolores, Saverio Safina, Giuseppe Zottolo col piccolo Michele Pinta, Nik Giacalone, Francesco Safina, Ciaccio, Leonardo Pinta con la figlia Rosaria


Rosaria Pinta, madrina dell'impianto accompagnata dal sig. Ciaccio


Tra gli invitati: Alberto Tumbiolo, Maria Sansone, Ciccio Asaro (caccavecchia), G.B. Quinci (battisteddra), Ingargiola, Giuseppe Pinta, Peppino Zottolo, Salvatore Antero


Ingargiola, Alberto Tumbiolo, Ciccio Asaro

I tre soci
Leonardo Pinta, Francesco Safina, Giuseppe Zottolo


Nino Terranova, Leonardo Pinta, Michele Pinta, Saverio Safina


Alberto Tumbiolo, Maria Sansone, Ciccio Asaro, G.B. Quinci, Peppino Zottolo


Mirasolo, Sicurella, Ingargiola, Simone Fortunato, 


Rosa Antero, Pinta, Cangelosi, Rosaria e Susanna Pinta, Tuccia Safina, Michele e Liliana Pinta


Parco auto rimorchi d'epoca


Sullo sfondo il Villaggio Pescatori




Via Gian Giacomo Adria
... comincia il declino di queste vetture


Leonardo Pinta con il dott. Cordone (ispettore nazionale della Esso Petroli) 




Nessun commento: